domenica 25 gennaio 2009

Maneki neko (gatto portafortuna)



Maneki neko, ovvero quei simpatici gattini con la o le zampe alzate, tipici portafortuna giapponesi.
La zampa alzata ha il significato di "richiamo".

Si trovano sia maneki neko con la zampa destra alzata sia con la sinistra, la credenza più comune è che la destra porti fortuna e salute, mentre la sinistra clienti, in realtà, però, i significati cambiano in base al tempo e al luogo, probabilmente si sono ormai persi nel folklore locale.

Ci sono diverse leggende simili tra loro, sulla nascita dei maneki neko:

-Nel Diciassettesimo secolo, in un tempio di Tokyo, viveva un monaco poverissimo, costretto a dividere il suo cibo con un gatto: Tama. Un giorno, durante una tempesta, un ricco signore si fermò sotto un albero del tempio per ripararsi dalla pioggia. Mentre aspettava la fine della tempesta, vide un gatto, che con la zampa, lo invitava a seguirlo verso il tempio. L'uomo si alzò per seguire il gatto e proprio in quel momento un fulmine colpì la pianta. Da quel giorno l'uomo divenne amico del monaco e del gatto, che non dovettero più vivere in povertà. Quando il gatto Tama morì fu seppellito nel tempio di Goutokuji (chiamato anche tempio dei gatti, molto antico dove andiamo abitualmente e che all'ingresso ha una scalinata di circa 100 gradini...fatica ^__^).

-Si racconata che un illustre personaggio (Imperatori, Nobunaga, Samurai famosi, fate voi) sia passato vicino a un gatto che sembrava salutarlo. Intepretando il movimento del gatto come un segno, il nobiluomo si fermò e andò verso di lui; essendosi allontanato dalla strada che stava seguendo, si accorse di aver evitato una trappola che era stata tesa per lui proprio poco più avanti. Da allora i gatti furono considerati spiriti saggi e portatori di fortuna.

-Una prostistuta di nome Usugumo, che viveva a Yoshiwara, nella parte Est di Tokio, aveva un gatto, al quale voleva molto bene. Una notte il gatto iniziò a tirare forte il suo kimono. Qualunque cosa lei facesse, il gatto continuava. Il proprietario del bordello vide la scena, e pensando che il gatto fosse stregato, gli tagliò la testa. La testa del gatto volò fino al soffitto, dove uccise un serpente, che avrebbe potuto colpire da un momento all'altro. Usugumo fu atterrita dalla morte del suo amico animale. Per rallegrarla uno dei suoi clienti le costruì una statuetta che raffigurava il suo gatto e gliela regalò. Questa statuetta in seguito divenne popolare come il maneki neko.

-Una donna anziana che viveva a Imado (nella parte Est di Tokio) fu costretta a vendere il suo gatto a causa dell'estrema povertà. Poco dopo il gatto le apparve in un sogno e le disse di fare con l'argilla un'immagine che lo ritraeva; la donna lo fece, e subito dopo vendette la statuetta. Poi ne fece anche altre, e la gente continuava a comprarle, erano così ricercate che la donna diventò ricca e benestante.

Colori dei maneki neko:
Tricolore- Bianco, con macchie nere e arancioni (mi-ke)- sono i più comuni, probabilmente le macchie derivano dalla razza di gatti "japanese bobtail".
Bianco- Purezza
Nero- Portano buona salute e tengono lontano gli influssi negativi, molto adatti alle donne
Rosso- Protezione da spiriti maligni e malattia (simile al nero)
Oro- Ricchezza e benessere economico
Rosa- Amore
Verde- Riconoscimenti in campo accademico, scolastico e lavorativo.

Manekineko in ceramica con monetina all'interno che produce un dolce scampanellio



Manekineko in terracotta laccata

Oggi la gadgettistica legata ai manekineko è infinita, come la fortuna che infondono....
Io, in casa, ne ho molti ed ognuno racchiude in sè una storia, un significato magico che come un sortilegio mi protegge ^____^

Non ne vorreste uno tutto per voi?

Se vi interessano andate a vedere su http://www.yokosoyumee-akinai.blogspot.it/
sotto l'etichetta: 'Manekineko'

Ringrazio Wikipedia per le informazioni, immagini prese dal web


manekineko in ceramica trillanti 

manekineko straphone

manekineko straphone

manekineko portacellulari

manekineko borsellino

manekineko vari

manekineko in ceramica

manekineko con specchietto da borsetta



1 commento:

Zorina ha detto...

kawaiiii!!! son tenerissimi questi micioni *__* le storie poi son tutte molto belle (tranne quella di Usugumo... povero micio ç__ç).